Touch Design

I motivi per cui le tastiere fisiche prima o poi verranno sostituite dal touchscreen

Non tutti amano usare il touchscreen, almeno non per svolgere alcune operazioni come scrivere. Eppure è sempre più chiaro che il futuro dei computer laptop va in questa direzione: il trend è quello di abbandonare la tastiera fisica a favore di quella virtuale. Saranno in molti a storcere il naso, ma questa prospettiva è assai meno angosciante di quanto non si pensi: perché ovviamente le tecnologie evolveranno, e alla fine usare il touchscreen sarà davvero molto più facile di quanto non sia usare una tastiera.

Leggi tutto: I motivi per cui le tastiere fisiche prima o poi verranno sostituite dal touchscreen

L’uso del touchscreen e le matite

Quando eravamo bambini una delle attività che maggiormente ci divertiva era tenere in mano dei pennarelli colorati o delle matite colorate per poter riempire i nostri disegni delle tinte che ci suggeriva l’immaginazione. Ma cosa sta succedendo ai bambini di oggi, quelli che vengono definiti “nativi digitali” perché fin dai primissimi anni di vita hanno a disposizione dei dispositivi tecnologici che consentono loro di fare molte più cose di quelle che potevamo fare noi alla loro età?

Leggi tutto: L’uso del touchscreen e le matite

Touchscreen per rallentare l’invecchiamento dei cani

Il cane è il migliore amico dell’uomo, e quando giunge il momento di separarci da un vecchio amico è sempre molto triste. Ancora più triste, però, è vedere questo vecchio amico che, con il passare del tempo, perde la sua voglia di giocare, magari comincia anche a dimenticare le cose, e cambiare la sua personalità per declinare lentamente verso l’oblio. Proprio come succede per le persone anche un cane perde le sua facoltà cognitive e fisiche man mano che gli anni passano, e fino ad ora era stata convinzione comune che un cane in età avanzata non potesse più apprendere nulla di nuovo.

Leggi tutto: Touchscreen per rallentare l’invecchiamento dei cani

Allo studio nuovi sensori più ricettivi per gli schermi touch

I touchscreen che usiamo attualmente hanno la capacità di recepire il tocco eseguito da un polpastrello o da una punta, però ancora non sono in grado di capire quanta pressione viene esercitata, ed è questo quindi il prossimo obiettivo che si sono posti i ricercatori volti a sviluppare le nuove tecnologie. Un gruppo di studiosi dell’Università della California di San Diego e dell’Università del Texas di Austin sta mettendo a punto una nuova tecnologia che potrebbe essere applicata a qualsiasi tipo di display, incluse le superfici non rigide (quindi applicabile anche ai dispositivi wereable).

Leggi tutto: Allo studio nuovi sensori più ricettivi per gli schermi touch

Il nuovo orologio touch della Skagen

La nuova frontiera dei dispositivi touch ormai va ben oltre i classici smartphone e tablet e sconfina nel mondo dei cosiddetti “wearable”, vale a dire tutti quei device che possono essere indossati e che si integrano con le funzionalità del corpo umano a formare l’Internet of Things (IoT) di cui si favoleggia per il futuro prossimo. Per essere trendy in questo momento quindi non basta più sfoggiare il modello di telefono cellulare di ultima generazione più nuovo, o il più sofisticato tablet presente sul mercato.

Leggi tutto: Il nuovo orologio touch della Skagen

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!