Touch Design

Addio volante: arriva il touchscreen per guidare

Ormai ci siamo abituati a vedere schermi touch integrati nella plancia di comando delle automobili di ultima generazione. Attraverso lo schermo interattivo l’autista può svolgere con facilità, e senza subire distrazioni, diverse operazioni accessorie o di fondamentale importanza per la guida. La funzione basilare, la prima per cui sono nati i touch da automobile, è quella del navigatore satellitare. Una voce registrata offre le indicazioni per giungere ad una meta desiderata, e sullo schermo viene mostrata la mappa animata del percorso da seguire.

Ma attraverso il touch si può anche comandare il proprio smartphone, ad esempio ricevendo o facendo chiamate, oppure rispondendo ai messaggi con il compositore vocale. Ancora, attraverso il touch si possono conoscere le condizioni di navigazione dell’autovettura, sapere a che velocità si sta andando o quanto carburante si sta consumando. Molto spesso lo schermo serve a visualizzare l’esterno del veicolo attraverso le videocamere integrate, per avere aiuto nelle operazioni di parcheggio o manovra in spazi angusti. Ma tutto questo è ancora niente se si vanno ad analizzare le funzioni del “Cockpit of the Future” di Faurecia. Faurecia è un’azienda francese nota in tutto il mondo per la sua produzione di componenti per automobili. Naturalmente negli ultimi anni l’azienda si è sempre più interessata alle innovazioni tecnologiche che possono servire a semplificare e rendere sempre più piacevole l’esperienza di guida. Grazie ad una partnership con l’azienda tedesca ZF, che a sua volta opera nell’industria dei trasporti e che fu fondata nel 1915 da Ferdinand Von Zeppelin, Faurecia ha di recente presentato il suo concept per un nuovo sistema di guida. Il cruscotto della macchina del futuro è completamente privo di volante: ogni operazione verrà compiuta grazie agli schermi touch integrati che rivoluzioneranno completamente lo stile di guida. C’è da dire che tutte le innovazioni che sono state pensate non sono tanto per le automobili private quanto più per taxi e veicoli commerciali; naturalmente nulla vieta che, se dovessero avere successo, non potrebbero poi invadere l’intero mercato automobilistico. E le premesse interessanti ci sono tutte. La guida sarà completamente automatizzata; per questo non ci saranno né i pedali del freno, dell’acceleratore e della frizione, e nemmeno il volante. Questo introduce una prima, notevole novità: il guidatore potrà sedere tanto a destra che a sinistra, a seconda della sua comodità. Volendo potrà personalmente guidare la vettura, tramite un semplicissimo dispositivo che gli consentirà di accelerare, frenare e dare la direzione usando solo un dito. L’assenza della pedaliera sarà un notevole vantaggio soprattutto per i fattorini e i corrieri che devono salire e scendere spesso dalla vettura per la consegna dei pacchi; la possibilità di variare la sede di guida sarà utile per i tassisti, che potranno gestire meglio i passeggeri. Attraverso gli schermi di Trendsetting Cockpit, questo il nome del prototipo che è stato studiato da Faurecia e ZF, si potranno poi visualizzare e controllare tutte le altre funzioni secondarie che sono in grado di gestire anche gli attuali touchscreen integrati nel cruscotto tradizionale. Ad esempio, si potranno azionare i tergicristalli o suonare il clacson, o visualizzare il navigatore e gli schermi laterali. Il tutto è altamente personalizzabile, affinché in ogni momento si possano avere i comandi che servono a portata di mano, letteralmente. Secondo Uwe Class, direttore della Sicurezza di ZF, questo è il principale pregio di Trendsetting Cokcpit, quello di annullare ogni differenza tra lato passeggero e lato guidatore.

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!