Touch Design

Il supermercato del futuro

Nell’ambito di Expo 2015 si era già fatto un esperimento di “supermercato del futuro”, ovvero un punto vendita in cui le nuove tecnologie diventassero fondamentali per l’interazione con i clienti. Adesso ciò che in quella sede era soltanto un prototipo è diventato realtà, grazie alla collaborazione tra Coop Italia, Coop Lombardia e Consorzio Nord Ovest.

All’interno del Bicocca Village, alla periferia di Milano, è infatti stato aperto un supermercato Coop totalmente innovativo, all’interno del quale lavorano solo 13 dipendenti. Non c’è bisogno di molto personale umano, infatti, visto che la maggior parte dei prodotti è a libero servizio, e che qualunque tipo di informazione il cliente possa ricercare viene fornita dai numerosi schermi touchscreen che popolano l’ambiente. Quando si entra per la prima volta non si notano molte differenze rispetto ad un supermercato tradizionale, poi però basta avvicinarsi ad un prodotto per scoprire che sopra ad ogni scaffale si trova uno schermo a specchio pronto ad illuminarsi non appena ci si appresta ad afferrare un articolo. Nello schermo compaiono immediatamente delle schede illustrative relative all’articolo in questione, sia che si tratti di un ortaggio che di un taglio di carne. Di ogni singolo alimento si spiegano la provenienza, le proprietà nutritive: informa si fornisce un identikit completo che consente di effettuare il proprio acquisto in piena consapevolezza. Ma le innovazioni non sono solo queste. All’interno del punto vendita sono presenti anche dei totem interattivi che possono essere usati spontaneamente dai clienti. Fanno la stessa funzione degli schermi a specchio, solo che per interagire con essi bisogna usare il codice a barre presente sulle confezioni dei prodotti in vendita. Infine, la parete di fondo del locale, ben 20 metri ricoperti da oltre 50 schermi, serve a visualizzare in tempo reale tutto quello che accade all’interno del negozio. Il Data Viz, questo il nome del tabellone multimediale, racconta quali sono i prodotti più venduti in quel momento in quel punto vendita, e quali sono gli articoli appena arrivati. Tutta la parte tecnologica dell’ipermercato è stata curata da Accenture e il design è stato progettato dallo Studio FM Milano. Marco Pedroni, presidente di Coop Italia, ha spiegato quali sono le intenzioni di Coop nell’aprire questo avveniristico “supermercato del futuro”. L’intento non è di passare già a questa nuova forma di vendita, ma solo quello di aiutare la transizione verso centri commerciali che giocoforza diventeranno molto più interattivi. I punti vendita tradizionali resteranno tali ancora a lungo, ma questa Coop multimediale potrebbe diventare il banco di prova per sperimentare migliorie e progressi possibili. Il negozio che è stato aperto alla Bicocca non è molto grande, questo perché si vorrebbe provare anche a recuperare questi centri come luoghi di incontro. La location, d’altro canto, è stata scelta anche per la presenza di un cinema che è il secondo più frequentato d’Italia. Accanto al supermercato è stato aperto FiorFood Cibo&Incontri, un locale dove potersi fermare a mangiare, bere e socializzare, costruito in stile “Tech Garden”. Inoltre è presente anche un punto “Coop Drive”, dove poter ritirare la spesa ordinata on line semplicemente passando con la propria automobile, quindi con un notevole risparmio di tempo. L’utente a cui si rivolge tutto questo è un cliente consapevole e informato, che ama sapere quello che porta in tavola, che non si fa spaventare dalle novità, e cerca di trarre sempre il meglio dalle possibilità che la tecnologia ci offre.

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!