Touch Design

Il touchscreen arriva nelle profondità degli oceani

Nella nostra quotidianità ormai gli schermi touch trovano un larghissimo impiego, soprattutto per via degli smartphone, i telefonini di ultima generazione che in pochissimo tempo hanno soppiantato i tradizionali telefoni cellulari, e della diffusione dei tablet. I tablet sono dispositivi con schermo più ampio rispetto ad uno smartphone che possono essere utili come supporto alla vita di chiunque, ma che diventano di particolare importanza quando trovano applicazione in ambito lavorativo.

Il tablet può fungere da vera e propria stazione multimediale portatile, può servire per trasmettere dati in tempo reale, per elaborarli, ed è molto più pratico e maneggevole di un computer laptop. Il più delle volte è anche dotato di connessione ad internet. Fino ad ora queste tecnologie sono state usate sulla terraferma ma sembra che siano ormai pronte per conquistare nuovi spazi: quelli sottomarini. È di questi giorni, infatti, la notizia diffusa dall’azienda finlandese Valtamer, che avrebbe messo a punto un dispositivo touch capace di seguire i subacquei nelle esplorazioni sul fondo del mare senza subire l’impatto della pressione della massa d’acqua. La notizia è stata pubblicata sulla rivista Horizon, un magazine relativo alle innovazioni scientifiche che viene curato dall’Unione Europea. I progressi fatti dalla Valtamer sono stati resi possibili dai finanziamenti della Comunità Europea, ma soprattutto, come sottolinea uno degli studiosi che ha partecipato alla messa a punto del touchscreen sottomarino, grazie alla collaborazione dei diversi Paesi, ognuno dei quali ha “donato” la propria tecnologia. Solo grazie a questa unione di competenze è stato possibile dare vita ad un device che ora è appena agli inizi, ma che in poco tempo potrebbe cambiare in modo radicale il mondo delle esplorazioni subacquee. Il touchscreen in questione non usa nuove mirabolanti tecnologie, ma sfrutta quelle già esistenti: era però necessario rendere questo particolare tablet resistente alle profondità oceaniche. Questo è stato possibile con la creazione di una sorta di “custodia” fatta di metallo e plastica molto resistenti, che però non compromette la possibilità di usare lo schermo touch. Grazie a questa scocca rinforzata, il dispositivo può arrivare fino a 150 metri di profondità. Fino ad ora i sommozzatori prendevano appunti su delle speciali lavagne bianche: ora potranno immagazzinare anche molti gigabyte di informazioni. Uno dei fondatori di Valtamer è Jouni Leinikki, il quale ha personalmente messo a punto il device in quanto è biologo sottomarino e ha sperimentato sulla sua pelle quali sono le difficoltà che si incontrano operando dal fondo degli oceani. Adesso la sua speranza è che il nuovo touch subacqueo possa essere un supporto per tutti i sommozzatori professionisti; niente vieta inoltre che, in un futuro non troppo remoto, la tecnologia che ne rende possibile il funzionamento possa diventare alla portata di tutti, anche dei sub non professionisti. Le nuove scoperte che si stanno facendo nel mondo dell’elettronica e dell’informatica sono di grande aiuto per la ricerca sottomarina: oltre allo schermo touch, che potrebbe entrare in commercio già dall’anno prossimo al costo indicativo di 2 mila euro, è stata messa a punto anche una speciale videocamera subacquea. In questo caso è la Sintef, una compagnia norvegese, che sta cercando di applicare alle videocamere la tecnologia ai laser pulsati. Questi laser rilevano i punti dell’ambiente circostante e permettono poi di elaborare al pc un modello tridimensionale. Fare questa operazione in acqua è assai più complesso che farla all’aria aperta, ma il dispositivo potrebbe essere in commercio già a partire da quest’estate. L’esplorazione del mondo sottomarino potrebbe diventare molto più agevole, da adesso in poi.

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!