Touch Design

La nuova generazione di schermi touch Avocor-Windows

Novità in arrivo per chi usa il sistema operativo Windows e soprattutto per chi lo fa a livello aziendale. All’Infocomm 2018 di Las Vegas, presso gli stand della Microsoft e della Avocor, è stata annunciata l’immissione sul mercato di una nuova generazione di schermi touch che renderanno più facili le collaborazioni a distanza, ma che soprattutto supportano il sistema operativo Windows e i suoi strumenti pensati per le teleconferenze.

La notizia è rimbalzata anche in Italia grazie a AGMultivision, che è il distributore nazionale dei prodotti a marchio Avocor. La Avocor è un’azienda che si occupa di sviluppare nuove soluzioni interattive e digitali per il pubblico e il privato. Avocor ha adesso elaborato un nuovo modello di schermo touch che sarà in grado di supportare diverse funzionalità utili alle teleconferenze. Il presupposto concettuale da cui si è partiti è che al giorno d’oggi sempre di più le grandi aziende possiedono diverse sedi sparse un po’ in tutto il mondo. I suoi collaboratori possono non trovarsi mai fisicamente nello stesso luogo, e questa non è più l’eccezione ma la norma. La tendenza si accentuerà sempre di più nel futuro, anche grazie alla nascita di nuove figure professionali che potrebbero lavorare anche da casa. Per questo è necessario che le nuove tecnologie incrementino la facilità di comunicazione e di collaborazione. Durante una riunione, o un brain storming per mettere a punto un nuovo prodotto, le persone che operano in teleconferenza devono avere le stesse possibilità di interazione che se fossero fisicamente sedute vicine, allo stesso tavolo. Tutto questo è possibile con la nuova gamma di display pensata da Avocor, che è stata sviluppata in ambiente Windows con il quale, di conseguenza, è completamente compatibile. Questi touschscreen hanno risoluzione 4k e sono in grado di supportare 20 tocchi simultanei. Queste non sono che due delle caratteristiche che li rendono i candidati ideali per le aziende i cui collaboratori devono spesso comunicare tra di loro tramite dispositivi tecnologici. Lo schermo offre gli strumenti “pen” e “inking”, ovvero consente di scrivere direttamente su di esso come se si trattasse di una lavagna. In questo senso quindi lo schermo risulta perfettamente compatibile con le funzioni Microsoft WhiteBoard e Microsoft Teams. Il tutto, volendo, si svolge in un ambiente cloud, quindi con una condivisione veloce, immediata e che non crea appesantimenti al sistema operativo. La prima gamma di schermi Avocor pensata per ambiente Windows 10 sarà presto in commercio, ma l’azienda sta già pensando ad inserire ulteriori migliorie e implementazioni. Nel touch verranno inserite telecamere integrate così che non sia necessario munirsi anche di device esterni, diminuendo così lo spazio necessario per poter svolgere il proprio lavoro. Verranno inseriti anche altoparlanti stereo, per una migliore diffusione sonora, e microfoni ad ampio raggio che catturino la voce con maggiore efficacia. Questi schermi saranno anche dotati della possibilità di collegarsi ad un qualunque personal computer che usi sistema operativo Windows 10 usando semplicemente un cavo USB. Lo scopo di questi schermi, come detto, è principalmente quello di agevolare il lavoro di gruppo a distanza, ma non è questo il loro esclusivo utilizzo. Possono anche essere usati in collaborazione con lo IoT di Azure in quanto hanno dei sensori incorporati che consentono la connettività con questo sistema. Il primo prodotto della gamma, quello che è stato presentato ad Infocomm 2018, è l’Avocor F-6550.

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!