Touch Design

La radio del futuro è touch

Vista la continua evoluzione tecnologica a cui abbiamo assistito negli ultimi anni sembra che ci siano mezzi di comunicazione destinati a scomparire, sostituiti da corrispettivi ben più funzionali e coinvolgenti. Uno di questi dispositivi potrebbe essere la radio: oggi tutte le emittenti possono essere ascoltate tramite il web o in podcast, usando dei dispositivi portatili come lo smartphone stesso. Eppure la radio ha già dimostrato di avere una notevole capacità di sopravvivenza e rigenerazione.

Quando nacque la televisione tutti pensavano che fosse morta e defunta, invece è sopravvissuta e ai giorni nostri gode ancora di una discreta salute. Adesso poi c’è un motivo in più per sperare che la sua longevità si protragga anche negli anni futuri. Difatti è giunto il momento per la radio di subire un restyling definito e radicale, restyling che è stato progettato nel dettaglio negli ultimi anni da chi di radio ne mastica da tempo e che ora è riuscito a produrre un dispositivo innovativo, che coniuga l’antica e gloriosa tradizione radiofonica con tutti i vantaggi offerti dalle nuove tecnologie. Alla Global Press Conference di IFA è infatti stata presentata la radio del futuro, con schermo touch, che integra la connettività 4G e che interagisce con l’ascoltatore a 360 gradi. A creare questo gioiellino, che si può già acquistare on line, è stata Axis International in collaborazione con RadioNovelli, che vanta una lunga esperienza nel settore. La radio all’aspetto non appare molto diversa dai dispositivi a cui siamo abituati da sempre, anzi, volutamente le è stata data un’estetica vagamente retrò. In più però ha un touchscreen integrato e anche una webcam. Con questi strumenti si possono compiere le azioni di base, ad esempio cercare l’emittente desiderata, ma si possono anche utilizzare tutte le funzionalità aggiuntive di cui questa radio è dotata. Ad esempio si può sfruttare l’Artist Mode, ovvero chiedere vocalmente la riproduzione di un brano; il Continous Artist Mode invece consente, mentre si sta ascoltando un pezzo, di richiedere altri brani dello stesso artista che in quel momento sono trasmessi nell’etere, o di scaricarli da YouTube. Con GraceNote è possibile avere tutte le informazioni sul brano che si sta ascoltando in quel momento. Chi è il cantante, in quale album è incluso, in quale anno è stato pubblicato, e così via. L’aspetto più interessante è la connettività 4G: quando manca il segnale FM è possibile ascoltare le emittenti radio sfruttando il 4G. Per gli sviluppatori, che lavorano a questo modello avveniristico di radio già dal 2008 e che hanno cercato di implementare funzioni che andassero incontro alle esigenze dell’ascoltatore contemporaneo, l’aspetto più rivoluzionario è dato dall’advertising. L’advertising personalizzato, al momento, è possibile solo in rete: la radio touch lo sfrutterà a sua volta, permettendo ad esempio ad un utente di acquistare in tempo reale quello che sta ascoltando. Quindi, ha spiegato Paolo Novelli, CEO di Axis, la radio che è stata creata vuole coniugare due esigenze. Da una parte permettere a chi non usa molto internet di adoperare una radio che abbia le funzioni sociale e interattive di una web radio senza ulteriori complicazioni. Dall’altra si va incontro alle esigenze commerciali di chi opera nel mondo della musica, creando un canale pubblicitario innovativo e di sicuro impatto. Il modo di ascoltare la radio cambia: questo “vecchio” dispositivo ha dimostrato ancora una volta la sua capacità di sopravvivere alle mode, cambiando ma conservando la sua anima fatta di note e voci.

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!