Touch Design

Il nuovo Samsung Galaxy S7 avrà il 3D Touch

Nel campo della telefonia mobile da alcuni anni a questa parte chi segna il passo è la Apple, che impone dei cambiamenti che ben presto vengono emulati anche dai suoi diretti concorrenti. È noto che nel mondo degli smartphone la concorrenza più diretta è quella esistente tra dispositivi che utilizzano il sistema operativo sorgente della Apple, quindi iOS (iPhone, iPod e iPad) e quelli che invece utilizzano come sistema operativo Android.

I telefonini di ultima generazione Windows rappresentano per il momento ancora solo una piccola nicchia di mercato. All’interno della macrocategoria degli smartphone Android, l’azienda che sicuramente può dirsi a buon diritto la maggiore concorrente della Apple è Samsung, colosso coreano che si è sempre più specializzato nella realizzazione di prodotti multimediali, e che cerca in ogni modo di tenere il passo con la vulcanica fantasia dei programmatori Apple. L’ultima versione di iPhone immessa sul mercato, l’iPhone 6S e 6S Plus, ha una prerogativa che ben presto l’ha fatta emergere non solo rispetto ai suoi predecessori, ma anche rispetto a tutti gli altri device portatili. Si tratta dello schermo 3D Touch. un’evoluzione del touchscreen che diventa molto più sensibile, tanto che ormai impartire ordini al proprio telefonino non richiede altro che una pressione più o meno forte dei polpastrelli delle dita. Era quindi praticamente scontato che ben presto la Samsung sarebbe passata al contrattacco ideando qualcosa di simile. La conferma sembra venire da un articolo del Wall Street Journal, che nei giorni scorsi ha diffuso alcune indiscrezioni circa quello che dovrebbe essere il nuovo nato di casa Samsung. Pare infatti che il prossimo Samsung Galaxy, contrassegnato dalla sigla S7, avrà a sua volta un display ultrasensibile con tecnologia 3D Touch. Ma questa non è l’unica anticipazione che è stata data. Pare infatti che lo smartphone Samsung Galaxy S7 sarà immesso sul mercato in due versioni, quella classica e quella definita “edge”. Le differenze tra le due non saranno solo puramente estetiche, come è stato in passato (la edge ha gli angoli smussati). Una delle differenze più eclatanti sarà rappresentata dal ritorno della scheda Micro SD: gli ultimi modelli di Samsung, ricalcando una prerogativa dei dispositivi Apple, avevano infatti eliminato la piccola scheda di memoria interna. A quanto pare invece nella versione piatta (non edge) dell’S7 ci sarà il ritorno della Micro SD. Un’altra novità ventilata nell’articolo del Wall Street Journal potrebbe essere salutata come una benedizione da molti appassionati di dispositivi elettronici. Pare infatti che dal Galaxy S7 sparirà il rilievo posteriore della fotocamera, che da molti era giudicato poco gradevole ed antiestetico. Sempre secondo i rumors che circolano, questi due nuovi modelli di Samsung dovrebbero essere presentati nel mese di febbraio al Mobile World Congress, una delle più importanti fiere di settore che si svolgono al mondo, o forse in margine ad essa. Al riguardo c’è molta aspettativa perché questi devices sarebbero i primi prodotti del nuovo corso Samsung sotto la guida di Dongjin Koh, nuovo responsabile della divisione mobile. Se le anticipazioni venissero confermate, fin da ora si plaude alla scelta di dare due caratterizzazioni tanto ben definite alle due versioni di Samsung Galaxy S7, che potrebbero davvero rappresentare una minaccia concreta per lo strapotere dimostrato dagli iPhone Apple sul mercato. In particolar modo, il nuovo display touch ultrasensibile sembra essere diventato un optional irrinunciabile per tutti i prossimi dispositivi portatili che verranno immessi sul mercato mondiale.

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!